Cronaca

Rete da pesca illegale, multa da 2mila euro ad un pescatore sportivo

mercoledì 4 marzo 2020

I militari della Capitaneria di porto di Gallipoli sono intervenuti a Santa Maria al Bagno.

Era intento ad utilizzare un attrezzo da pesca non consentito nelle acque di Santa Maria al Bagno. Per questo, ieri pomeriggio, ad un pescatore di frodo è stata elevata una sanzione di 2mila euro.  I militari avevano osservato un piccolo natante sottocosta con due persone a bordo, intente a pescare con delle reti da posta. Allo sbarco nel porticciolo di Santa Maria al Bagno, hanno contestato al trasgressore l’utilizzo di attrezzi non consentiti. Infatti la rete da posta utilizzata, di circa 40 metri, può essere utilizzata da chi esercita la pesca professionale. Questa operazione, che da continuità ai controlli svolti nel Compartimento marittimo di Gallipoli, s’inquadra in una mirata e sistematica attività di contrasto alla pesca di frodo ed illecita commercializzazione del prodotto ittico in genere, che nel mese di febbraio ha portato al sequestro di 1600 ricci e dell’attrezzatura utilizzata.

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
09/03/2020
Il Consiglio Episcopale Regionale si è riunito ...
Cronaca
09/03/2020
Nuove indicazioni saranno disponibili nella giornata di ...
Cronaca
05/03/2020
Il pacco è stato "fiutato" dai cani ...
Cronaca
04/03/2020
  “Invito tutte le famiglie pugliesi a non mandare i proprio figli a ...
Non fumare, nemmeno passivamente, è il primo passo per tenere alla larga neoplasie, malattie cardiovascolari, ...