Società

Aggiudicati i lavori per la rotatoria: cambia volto Piazza Mazzini

sabato 9 febbraio 2019

L’area sarà ingentilita con una pianta di pepe: un omaggio all’antico nome della porta d’accesso al centro storico.

Sono stati aggiudicati infatti alla Nuova Fise s.r.l. di Galatone, per un importo complessivo di circa 239 mila euro (ribasso del 10%), i lavori di realizzazione della rotatoria di piazza Mazzini, che dovrà finalmente disciplinare la circolazione veicolare in uno dei punti più critici del tessuto stradale. Il progetto redatto dall’ingegnere Antonio Vaglio e dal geometra Marco Donadei prevede la ridefinizione dello snodo tra corso Galliano, via Pilanuova, via Generale Cantore e via Grassi, che è oggi caratterizzato da un flusso veicolare particolarmente intenso in alcune ore della giornata e che causa spesso sinistri, ingorghi e manovre forzate che costituiscono una minaccia per la sicurezza di tutti.

È stato progettato un unico tratto circolare che consente velocità di percorrenza ridotte (20/30 km/h) e una maggiore agilità delle manovre di ingresso e di uscita dei veicoli dalle confluenze. La corona stradale sarà formata da una carreggiata a due corsie larghe 4 metri ciascuna, mentre l’isola verde centrale avrà un raggio di 7 metri e sarà contornata da una fascia di raccordo pavimentata. L’interno dell’isola sarà costituito da pietrame e da strato di terreno vegetale per la piantumazione di essenze vegetali ornamentali (probabilmente le attuali e pregiate palme dattilifere e un albero di pepe, simbolo della porta di accesso al centro storico).

È previsto inoltre su tutta l’area sia il rifacimento degli attraversamenti pedonali e dei marciapiedi, sia l’individuazione di percorsi pedonali “protetti” (anche e soprattutto a beneficio delle persone con disabilità). I corpi illuminanti esistenti saranno integrati con dei nuovi. Sulla corsia parallela a corso Galliano sarà invertito il senso di marcia ed eliminato il paradosso dello svincolo in uscita compreso tra l’aiuola e il marciapiede. Di fatto, si otterrà una generale riqualificazione di tutta l’area a beneficio non solo della circolazione.

L’altra novità importante che l’intervento contempla, è la ristrutturazione del tratto di fognatura pluviale che si sviluppa in sotterraneo a partire da via Cavour, costeggia corso Galliano e si immette verso via Cantore. Si tratta di un manufatto in pessimo stato che determina un deflusso non regolare e frequenti smottamenti sino in via XXV Luglio e che, approfittando dell’intervento per la rotatoria, verrà completamente sostituito da una nuova condotta fognaria.

 “Si tratta del primo di una serie di cambiamenti ravvicinati ed epocali per la nostra città - annuncia con orgoglio il sindaco Pippi Mellone - la rotonda sarà realizzata allo snodo tra via Grassi, via Cantore e Corso Galliano, eliminerà gli ingorghi e i pericoli e sarà ingentilita con una meravigliosa pianta di pepe. Un omaggio all’antico nome della porta d’accesso al centro storico. Con questo intervento rifaremo anche un tronco di fogna bianca su Corso Galliano. A quanto pare un malfunzionamento in questo punto contribuisce ai frequenti allagamenti su via XXV Luglio. Sono soldi decisamente ben spesi. Nei prossimi giorni apriremo il cantiere per questo che è l’ennesimo passo in avanti verso la Nardò del futuro”.

“La rotatoria - aggiunge il vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici Oronzo Capoti - serve a risolvere gli enormi problemi di viabilità in questa zona, ma è il pretesto per riqualificare tutta l’area, una delle più centrali e frequentate della nostra città. L’altra novità importante è che approfittiamo dell’intervento per eseguire un intervento importantissimo su un tratto di fogna bianca che causa frequenti allagamenti. Il cantiere magari porterà qualche piccolo disagio, ma i neretini saranno ben contenti di sopportarlo con pazienza”.

Altri articoli di "Società"
Società
06/08/2019
Nella provincia di Lecce potenziati uffici postali a ...
Società
05/08/2019
Comune di Nardò e circolo tennis finanziano il ...
Società
17/07/2019
Riconosciuti dai fan non hanno potuto sottrarsi ad una foto ...
Società
13/07/2019
In continuità con Ciclonardò, un nuovo progetto candidato a un ...
Non fumare, nemmeno passivamente, è il primo passo per tenere alla larga neoplasie, malattie cardiovascolari, ...