Nardò

In catamarano alla scoperta della costa, successo per le escursioni

sabato 4 agosto 2018

Cinque diversi itinerari verso Gallipoli o Porto Cesareo, con soste per il bagno e l’aperitivo.

È la felice sorpresa dell’estate neretina sul fronte dell’accoglienza e della offerta turistica l’inedito servizio di mobilità a mare garantito da un catamarano da dodici posti che ogni giorno offre ben cinque diversi itinerari lungo la splendida costa neretina. Il vero fiore all’occhiello del sistema di mobilità turistica che l’amministrazione comunale ha avviato a giugno, offrendo la possibilità di “vivere” finalmente in modo organico il territorio, in parte anche nei suoi profili meno conosciuti, di associare all’idea di mobilità quella di “esperienza”, con vere e proprie immersioni nel paesaggio, nella natura e nella storia, infine di consentire itinerari e percorsi assolutamente sostenibili, cioè ad impatto ridotto sull’ambiente, sul paesaggio, sulle comunità residenti. Il sistema è il frutto della gestione che il Comune di Nardò ha affidato a Salento Open Tour degli api calessino, dei minibus elettrici e, appunto, del taxi boat, che sta facendo registrare tanto apprezzamento e corse puntualmente esaurite.

Le escursioni del catamarano sono cinque, partono tutte dalla darsena di Santa Caterina e si prenotano ai numeri di telefono 0833 836928, 327 7513787 e 328 1019032 oppure all’indirizzo di posta elettronica infoturismonardo@gmail.com. Informazioni e prenotazioni (su questo e su tutti i servizi del sistema di mobilità) sono possibili anche ai due gazebo infopoint presenti a Santa Caterina sul lungomare Cantù e a Santa Maria al Bagno in piazza Nardò.

Il primo itinerario è programmato nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì alle ore 15:30, dura due ore e consente di raggiungere la baia di Portoselvaggio e quella di Torre Uluzzo, con due soste bagno e un aperitivo a bordo. Si parte con una prenotazione di minimo quattro persone, il costo individuale è di 30 euro (15 euro per bambini da quattro a dodici anni, gratis se più piccoli).

Il secondo itinerario è programmato invece nei giorni di martedì, giovedì e domenica sempre alle ore 15:30, dura due ore e consente di raggiungere la costa più a sud, sino a Santa Maria al Bagno e Lido Conchiglie, con due soste bagno e un aperitivo a bordo. Anche in questo caso si parte con una prenotazione di minimo quattro persone, il costo individuale è di 30 euro (15 euro per bambini da quattro a dodici anni, gratis se più piccoli).

Il terzo itinerario è programmato nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì alle ore 9:30, dura tre ore e consente di raggiungere Portoselvaggio, Torre Uluzzo, Porto Cesareo, Isola dei Conigli, Colonne Greco Romane e Isola della Malva, con due soste bagno e un aperitivo a bordo. Si parte con una prenotazione di minimo quattro persone, il costo individuale è di 40 euro (20 euro per bambini da quattro a dodici anni, gratis se più piccoli). È possibile prolungare la permanenza all’isola con rientro via terra al costo aggiuntivo di 5 euro.

Il quarto itinerario è programmato nei giorni di martedì, giovedì e domenica alle ore 9:30, dura tre ore e consente di raggiungere Santa Maria al Bagno, Lido Conchiglie e Gallipoli, sempre con due soste bagno e un aperitivo a bordo. Si parte con una prenotazione di minimo quattro persone, il costo individuale è di 40 euro (20 euro per bambini da quattro a dodici anni, gratis se più piccoli).

Il quinto e ultimo itinerario è in programma tutti i giorni alle ore 18, dura due ore e consente di vivere la magica esperienza del tramonto a Portoselvaggio (con sosta bagno e aperitivo a bordo). Si parte con una prenotazione di minimo quattro persone, il costo individuale è di 30 euro (15 euro per bambini da quattro a dodici anni, gratis se più piccoli). È possibile scegliere l’itinerario alternativo in direzione della Montagna Spaccata e Lido Conchiglie, alle stesse condizioni e agli stessi costi.

“Come ripeto spesso - dice l’assessore al Turismo Giulia Puglia - turismo e mobilità vanno di pari passo e lo stesso concetto di scoperta del territorio non può non essere legato a uno spostamento, a una esperienza a stretto contatto, in questo caso, con la natura. Il servizio di mobilità marina è esattamente quello che mancava per completare la fruizione del territorio e sono molto contenta che stia andando benissimo. Grazie a Salento Open Tour per l’impegno e la professionalità e in particolare per un servizio inedito per la città come questo, che finalmente non invidieremo più a località turistiche più blasonate del Salento e della Puglia”.

“Assieme all’assessore Puglia abbiamo avuto il privilegio di sperimentare l’escursione in catamarano - racconta l’assessore all’Ambiente Mino Natalizio - e devo dire che è davvero un’esperienza molto bella. Non a caso il servizio sta avendo successo e possiamo dire che si è trattato davvero di una felicissima intuizione. Scoprire la costa dal mare, “leggere” la storia delle torri costiere o gli infiniti profili archeologici di Portoselvaggio, fare un tuffo in acque limpidissime, godersi l’aperitivo al tramonto in uno scenario da sogno, credo siano regali straordinari per chi viene a visitare il nostro territorio”.

 

 

Altri articoli di "Nardò"
Nardò
13/08/2018
Scatta il fermo pesca da oggi fino al 23 settembre. ...
Nardò
13/08/2018
A Lecce la nuova tecnologia per perdere peso in maniera ...
Nardò
13/08/2018
Le temperature resteranno sopra la media fra lunedì ...
Nardò
12/08/2018
Ritrovata anche una lastra litica decorata, in stato frammentario, di eccezionale valore ...
A Lecce la nuova tecnologia per perdere peso in maniera definitiva evitando l'effetto "yo-yo". Un italiano ...