Salice Salentino

"Bando discriminatorio per l'assistenza legale": Aiga Lecce contro il Comune

venerdì 13 ottobre 2017

L’associazione dei giovani avvocati punta il dito contro la scelta dell’amministrazione di Salice salentino di indire un bando con un limite di 25mila euro per le cause.

L'Associazione dei Giovani Avvocati leccesi si scaglia contro il Comune di Salice Salentino: a scatenare la protesta dei giovani professionisti il bando indetto dal Comune di Salice per la formazione di un elenco di professionisti cui affidare la difesa dell'Ente.

Secondo AIGA, infatti, il bando sarebbe discriminatorio nei confronti dei giovani avvocati e privilegerebbe i grossi studi legali attraverso l'introduzione di una clausola contraria alla legge che limita in maniera contraria alla legge la possibilità per i giovani avvocati di patrocinare solo le cause al di sotto dei 25 mila euro di valore: “Il limite dei 25.000 euro – spiega il presidente Aiga Lecce, Andrea Conte - è previsto dalla legge solo per i praticanti avvocati abilitati (per ovvi motivi di cautela), ma per chi sia già avvocato, avendone conseguito l’abilitazione con esame di stato, non ha alcun senso, in quanto l’avvocato non incontra alcun limite di valore nell’esercizio della sua professione”.

“Porre un limite così basso – aggiunge - serve solo a creare una riserva indiana, discriminatoria come tutte le riserve indiane. Fuor di metafora, si è creata una ingiusta e illegittima disparità di trattamento tra chi, giovane o, soprattutto, meno giovane, è cassazionista e chi, per scelta o per ragioni anagrafiche, non lo è”.

“Poiché – insiste Conte - i non cassazionisti sono in numero ben maggiore rispetto ai cassazionisti, va da sé che questo bando sia un illegittimo regalo a pochi in danno di molti”. Il presidente Aiga Lecce specifica che per essere pienamente legittimo il bando avrebbe dovuto invece “prevedere una sezione dedicata alle domande dei patrocinanti nelle giurisdizioni superiori, lasciando tutte le altre categorie aperte a tutti gli avvocati”.

Ecco perché Aiga Lecce stigmatizza l’accaduto e invita il sindaco ad agire in autotutela, preannunciando azioni legali a tutela della categoria.

Altri articoli di "Salice Salentino"
Salice Salentino
23/02/2018
Lo scirocco non molla la presa. Anzi, è destinato a ...
Salice Salentino
22/02/2018
 Il maltempo concederà una tregua parziale alla Puglia, tendendo a ...
Salice Salentino
21/02/2018
 Un vortice depressionario posizionato sui mari italiani continua ad alimentare ...
Salice Salentino
20/02/2018
 È online la nuova puntata del TgSordi di Leccesette, il telegiornale ...